Presentazione MAAM

 

Museo dell'Altro e dell'Altrove

di Metropoliz

A cura di PENTAeXperience

www.pentaexperience.it

info@pentaexperience.it

334.7445086
WhatsApp: 327 2592866

PENTAeXperience è un’Associazione Culturale, costituitasi nel febbraio del 2015, su iniziativa di un gruppo di fotoamatori “pentaxiani” ma anche fotoamatori affezionati ad altri brand, con l’intento di condividere, nel reciproco rispetto e con la collaborazione artistica e creativa di ciascun associato, un percorso comune in ambito fotografico e culturale.
L’Associazione organizza iniziative che spaziano dalla condivisione di momenti di svago, come escursioni, viaggi, workshop e incontri didattici, sino alla realizzazione di eventi importanti, quali mostre collettive, concorsi, proiezioni e molto altro ancora.

Relatori 

Carlo Gori e Fabio Benincasa

Coordinatrice Silvia Brutti

♦ Venerdì   17.00/19.00    Sala Conferenze   

   Gratuito

Fabio Benincasa

Insegna presso Duquesne University – Roma. Insieme a Giorgio de Finis e Andrea Facchi ha
curato Exploit – Come rovesciare il mondo ad arte (2015), raccolta di saggi su arte, politica e movimenti.
Insieme al solo Giorgio de Finis ha curato Rome. Nome plurale di città (2016), raccolta di interventi sull’identità
di Roma.

 

 

Carlo Gori

Un artista multidisciplinare e un curatore che fa base a Roma e che lavora specialmente tra Italia, ;Inghilterra ed il Giappone. Le sue opere sono state esposte in musei e sedi prestigiose.  È uno dei maggiori attivatori del MAAM avendo condotto oltre 600 visite di questo museo.
 A giugno realizzerà un progetto presso il  MACRO ASILO. A Roma è il
curatore   di diversi progetti che mirano allo sviluppo delle periferie.

 

 

Il MAAM

La storia
 
“Questa è la storia della fabbrica del salumifico Fiorucci sulla via prenestina a Roma, che dopo circa 10 anni di disuso e abbandono rinasce a nuova vita tramite una occupazione.
Nel 2009 diversi nuclei familiari, di varie etnie e nazionalità, italiana compresa, aiutati da associazioni del territorio occupano l'edificio rivendicandolo come proprio spazio abitativo.
Cominciano a renderlo vivibile, lo ripuliscono, smaltiscono l'amianto, fanno gli allacci ad acqua e luce.
Nel 2011 le stesse associazioni al fine di rendere il luogo in armonia con le necessita sociali e culturali del territorio, cominciano a proporre progetti e petizioni.
A questo rispondono due antropologi e filmakers, G. De Finis e F. Boni, che realizzano un documentario sull'occupazione mediante la metafora del viaggio degli abitanti sulla luna.
Per un mese fervono attività per la realizzazione di questo progetto e alcuni artisti di street art intevengono a sostegno.
Viene realizzato un documentario in episodi che si puo vedere su you tube "dalla terra alla luna space metropoliz".
Finito il progetto però gli artisti continuano ad arrivare ed incrementano le opere e, al momento, se ne contano piu di 400.
Nasce quindi il Maam , la citta meticcia, il museo vivente a sostegno dell'occupazione , un occupazione che protegge e sostiene l'arte.
In questo luogo magico e meticcio e facile incontrare gli abitanti, vedere giocare i bambini sentire gli odori e i profumi delle cucine.
Un museo che cambia il territorio e la visione dell’arte.”